Kick Boxing

Kick Boxing Perugia - Il termine "KICKBOXING" (letteralmente "Tirare di calcio e di pugno") nasce negli USA con il nome di "FULL CONTACT KARATE"

Kick Boxing

La parola Kick Boxing assume un termine generico, come una corolla dalla quale si diramano tutte le varie

specialità praticate oggigiorno: Point Fighting, Light Contact, Kick Light e Forme Musicali (Tatami Sport) e Full Contact, Low Kick, K1 Rules (Sport da Ring).
L’attività agonistica per il Point Fighting, Light Contact e Kick Light parte dai 10 anni, per le Forme Musicali dagli 8 anni mentre per il contatto pieno dai 16 anni.

BREVE STORIA

Il termine "KICK BOXING" (letteralmente "Tirare di calcio e di pugno") nasce negli USA ufficialmente nel 1974 con il nome di "FULL CONTACT KARATE".
Per l’esattezza, era il 14 settembre 1974 quando nella Los Angeles Cow Sports Arena venne presentato il primo Campionato del Mondo Pro, che si disputò tra un pugno di Americani e pochi Europei. Nel 1976, le stesse persone che a Los Angeles avevano promosso il primo Mondiale Pro, fondarono la WORLD ASSOCIATION OF ALL STYLE KARATE ORGANIZATIONS (WAKO). Nel 1978 si tennero a Berlino i primi veri e propri Campionati del Mondo, seguiti da quelli di Tampa (Florida) nel 1979 e da quella data ininterrottamente ogni due anni. Nel 1980, a causa del successo che il Full Contact Karate incontrò in Europa, nacquero dei contrasti con le Federazioni di Karate esistenti e per evitare problemi politico-sportivi, la WAKO decise di lasciar cadere l’uso della parola Karate associata al Full Contact e nacque così il termine di KICK BOXING (sintesi di "kicking" e "boxing") che immediatamente dava l’idea di cosa i praticanti stessero facendo: tirare di calcio e di pugno. Pertanto la sigla internazionale WAKO rimase, così come il suo logo originario, ma con la dicitura di WORLD ASSOCIATION OF KICK BOXING ORGANIZATIONS.

Siamo orgogliosi di sottolineare che il presidente onorario della FIKBMS, Ennio Falsoni, non solo è stato anche presidente della WAKO dal 1984 al 2013, ma è stato anche il naturale successore degli ideatori, degli inventori di questa disciplina, che ormai è dilagata nel mondo ed è praticata da milioni di persone. L'attuale successore di Falsoni in qualita' di presidente della Federazione Italiana Kick Boxing Muay Thai Savate Shoot Boxe e Sambo dall’anno 2014 é il Maestro Donato Milano, mentre Borislav Pelevic, gia' Vice Presidente WAKO, è stato eletto a maggioranza come nuovo presidente WAKO nel corso dell'Assemblea Generale tenutasi il 24 novembre 2015.

La WAKO consta oggi di ben 127 paesi affiliati nei cinque continenti ed è la sola organizzazione di kick boxing nel mondo riconosciuta da GAISF, OCA, AIMS, IWGA, FISU, CIFP, PEACE AND SPORT.


La Kick Boxing è una disciplina che si adatta senza problemi anche alle esigenze dei bambini: come tutti gli altri sport, infatti, può rivestire un ruolo molto importante dal punto di vista dello sviluppo dei più piccoli e per la loro crescita, tanto a livello psicologico quanto sul piano fisico.

La kick boxing è una disciplina per tutti! Se è vero che nell’immaginario collettivo questo sport fa venire in mente un ring e due persone che fanno di tutto per colpirsi l’un l’altro e per mandarsi al tappeto, è altrettanto vero che questa è una immagine stereotipata, dovuta solo a una scarsa conoscenza di questo sport.

I più piccoli, maschi e femmine, si possono dedicare a quello che viene definito allenamento a contatto leggero. Connesso al tema della sicurezza è il tema delle protezioni. Soprattutto i più piccoli devono essere protetti con le adeguate protezioni stiamo parlando di caschi, paradenti e guantoni.


KICK BOXING - ATTIVITA’ AGONISTICA SU TATAMI

Kick Light

A partire dai 10 anni. Disciplina introdotta non molto tempo fa’ nell’attivita’ internazionale WAKO (la Federazione internazionale di riferimento), il cui svolgimento è esattamente come il light contact, ma che offre la possibilità da parte degli atleti di attaccare anche le cosce dell’avversario con calci in linea bassa controllati.

Light Contact

A partire dai 10 anni. E’ il passo intermedio per arrivare ai combattimenti a contatto pieno. I due avversari si affrontano scambiandosi vicendevolmente colpi senza interruzione in un fluire di tecniche giudicate da 3 giudici sempre secondo il criterio della tecnica portata a segno con precisione e in maniera controllata. Non è valido il KO.

Point Fighting

A partire dai 10 anni. Il combattimento viene interrotto ogniqualvolta l'atleta riesce a piazzare un colpo di calcio o di pugno a bersaglio utile in maniera controllata. I punteggi variano a seconda della tecnica utilizzata, vince l’incontro chi totalizza più punti al termine delle riprese previste.

Forme Musicali

A partire dagli 8 anni. Questa disciplina racchiude in se’ tutte le arti marziali; dal Karate, al Kung Fu, al Wushu ecc., allo scopo di creare un incontro immaginario stilizzato con la musica che detta i ritmi dell'esercizio stesso. Il sincronismo è fondamentale in questa disciplina. La spettacolarità, il dinamismo e l'elasticità rendono le esibizioni molto piacevoli da seguire.

 

KICK BOXING - ATTIVITA’ AGONISTICA SU RING

Low Kick

A partire dai 16 anni. Gli atleti combattono secondo la regola che i calci possono essere portati sia all'interno che all'esterno coscia, per l’appunto il termine stesso “low kick” sta a significare “calci bassi”.

Full Contact

A partire dai 16 anni. Si utilizzano le tecniche del Light Contact, ma i colpi sono portati a segno a contatto pieno. In tutti gli “sport da ring” di FIKBMS vale il K.O. Le tecniche di calcio nel Full contact devono essere portate al di sopra della cintura.

K-1 Rules

A partire dai 16 anni. Il K1 Rules è uno sport da combattimento ideato dai giapponesi. Si differenzia dalla Low Kick per la possibilità di utilizzare alcune tecniche supplementari: spinning back fist (pugno circolare in rotazione all’indietro), clinch a due mani (presa dietro la nuca dell’avversario a due mani), colpi di ginocchio.

 

 

 

 

 


Tecniche

La Kick Boxing prevede l'uso di tecniche di pugno e di calcio.

Tecniche di pugno

Le tecniche di pugno utilizzate nella kickboxing sono le stesse del pugilato occidentale, diretti, ganci, montanti e combinazioni dei tre:

  • diretto, colpo sferrato stendendo completamente il braccio in avanti, a colpire il volto o il busto dell'avversario. È un pugno fondamentale, e viene portato sfruttando la torsione della gamba d'appoggio, della schiena e delle spalle.
  • gancio, pugno sferrato mantenendo il braccio piegato, ad uncino, ruotando la spalla.
  • montante o uppercut, colpo sferrato dal basso verso l'alto, a cercare solitamente il mento dell'avversario, anche se può essere diretto anche al busto o all'addome.

Tecniche di calcio

Esistono diverse tecniche di calcio nella kick boxing; di queste alcune vengono considerate fondamentali, altre sono varianti o tecniche speciali che possono essere utilizzate in combattimento. Le tecniche fondamentali di gamba utilizzate nella kickboxing sono:

  • calcio frontale, sferrato portando la gamba al petto e poi stendendola in avanti, per colpire con l'avampiede, o più raramente, il tallone.
  • calcio laterale, simile al calcio frontale ma sferrato da posizione laterale, ruotando la gamba d'appoggio di 90º e andando a colpire con l'altra utilizzando il taglio del piede.
  • calcio circolare o rotante, sferrato muovendo la gamba con una traiettoria circolare, colpendo con la tibia o con la monta del piede. Viene realizzato torcendo tutto il corpo, a partire dal piede d'appoggio che, nell'esecuzione, ruota di 90º in avanti nella direzione del movimento. Può essere diretto alle gambe dell'avversario, e si parla in questo caso di low kick, al fianco (calcio medio o middle kick) infine al volto (calcio alto o high kick).
  • calcio girato, sferrato girando il corpo di 360 gradi, viene portato all'addome o al viso.
  • calcio incrociato (crescent kick), la gamba compie un movimento laterale ascendente a colpire il volto.
  • calcio ad ascia (axe kick), il movimento è opposto a quello del crescent kick e il piede cade dall'alto verso il basso e lateralmente, usato solitamente per aprire la guardia avversaria.
  • calcio ad uncino (hook kick), consiste nel colpire con una traiettoria di rientro effettuando una rotazione di 90° (il colpo va assestato con la pianta piede oppure con il tallone).

Regolamento FIKBMS

Atleti

Per poter praticare le discipline sportive controllate dalla FIKBMS, gli Atleti devono:

  • aver superato l’accertamento dell’idoneità fisica previsto nelle norme sanitarie in vigore;
  • essere muniti della tessera federale, valida per l’anno in corso, rilasciata a favore di una Società Sportiva affiliata.

Alla base di tutte le competizioni della FIKBMS, vi è l'onore, la lealtà e la concorrenza onesta. I  risultati  delle  gare  determineranno  le  graduatorie  dei  migliori  combattenti FIKBMS. I risultati e le classifiche finali realizzate  con  atti disonorevoli non saranno  riconosciuti da FIKBMS che  avvierà le procedure sportivo legali. Tutte le competizioni FIKBMS  ufficiali devono attenersi alle regole e regolamenti Federali. Ogni volta che inizia  un  combattimento,  l’atleta    primo  chiamato  si  reca  all’angolo  rosso,  mentre  il secondo chiamato si reca all’angolo blu (solo in galà Pro verrà chiamato per primo l’atleta dell’angolo blu  e poi il combattente del luogo  o il Campione in carica).

Dopo tre chiamate, se uno dei due combattenti non si presenta l’arbitro responsabile del tatami farà partire il timer e se entro 2 minuti l’atleta assente non si presenta si assegnerà  la vittoria all’atleta presente.

 

Età

La categoria Cadetti 10/12 anni stabilisce: che l’età minima per  iniziare ufficialmente a competere  nelle  gare  FIKBMS  di  Semi  Contact  e  forme  musicali deve  essere compiuta,l’atleta deve avere 10 anni e può competere fino al giorno prima che lui o lei compia 13 anni.

La categoria Cadetti 13/15 anni stabilisce: che per iniziare ufficialmente a competere nelle gare FIKBMS l’atleta deve avere 13 anni (Compiuti per Light e Kick Light) e che può competere fino al giorno prima che lui o lei compia 16 anni.

La categoria Juniores 16/18 anni stabilisce: che per iniziare ufficialmente a competere nelle gare FIKBMS l’atleta deve avere 16 anni e che può competere fino al giorno prima che lui o lei compia 19 anni.

La categoria Seniores Maschile 19/40 anni stabilisce: che per iniziare ufficialmente a competere nelle gare FIKBMS l’atleta deve avere 19 anni e che può competere fino al giorno prima che compia 41 anni.

La categoria Seniores Femminili 19/35 anni stabilisce: che per iniziare ufficialmente a competere nelle gare FIKBMS l’atleta deve avere 19 anni e che può competere fino al giorno prima che compia 36 anni.

La categoria Veterani  Maschili 41/50 anni stabilisce: che per iniziare ufficialmente a competere nelle gare FIKBMS l’atleta deve avere 41 anni e che può competere fino al giorno prima che compia 51 anni.

La categoria Veterani Femminili 36/45 anni stabilisce: che per iniziare ufficialmente a competere nelle gare FIKBMS l’atleta deve avere 36 anni e che può competere fino al giorno prima che compia 46 anni.

Nota Bene: durante i campionati o tornei, in caso di compleanno, che permette all’atleta di cambiare categoria lui / lei può competere nella categoria inferiore fino a quando il torneo  è  finito.  Un  campionato  o  torneo  ha  inizio  il  giorno  del  controllo  peso  e registrazione   e   termina   quando   tutte   le   finali   sono   completate. Se l’atleta è interessato alla sola attività nazionale il riferimento sono i Campionati Italiani, se atleta di interesse internazionale il riferimento sono i Campionati WAKO.

Pertanto se l’atleta, compie 13 anni il 27 Settembre (Campionati Internazionali WAKO si svolgono in questo periodo) dovrà svolgere tutte le gare di qualificazione (Regionali, Interregionali, Coppa Italia, Presidente, Italiani) nella classe Cadetti 13-15 anni e non nella classe Cad. 10-12.

Specifiche Sport Tatami per i veterani:  se  un  combattente  della  divisione  veterani volesse  combattere  nella  divisione Seniores, deve essere in possesso di tutte le certificazioni mediche che  dichiarano  lo  stato di forma dell’interessato, una volta in possesso delle certificazioni richieste l’interessato dovrà effettuare richiesta scritta alla FIKBMS, allegando le varie certificazioni, per il rilascio dell’autorizzazione a partecipare nelle competizioni Seniores.

 

Categorie di peso Semi/Light/Kick - Light

CADETTI MASCHILI gialla /nera (DAI 10 ANNI AI 12 ANNI) (Solamente Semi contact)

KG. –28 –32 –37 –42 –47 +47

CADETTI FEMMINILI gialla /nera (DAI 10 ANNI AI 12 ANNI) (Solamente Semi contact)

KG. –28 –32 –37 –42 –47 +47

CADETTI MASCHILI gialla /nera ( DAI 13 AI 15 ANNI)

KG. –42 –47 –52 –57 –63 –69 +69

CADETTI FEMMINILI gialla /nera ( DAI 13 AI 15 ANNI)

KG. –42 –46 –50 –55 –60 –65 +65

JUNIORES FEMMINILI b/m/n (DAI 16 ANNI AI 18 ANNI)

KG. -50 -55 -60 -65 –70 +70

SENIORES FEMMINILI b/m/n (DAI 19 ANNI AI 35 ANNI)

KG. -50 -55 -60 -65 –70 +70

JUNIORES/SENIORES FEMMINILI g/a/v (DAI 16 ANNI AI 35ANNI)

KG. -50 -55 -60 -65 –70 +70

JUNIORES MASCHILI b/m/n (DAI 16 ANNI AI 18 ANNI)

KG. -57 -63 -69 -74 -79 -84 -89 -94 +94

SENIORES MASCHILI b/m/n (DAI 19 ANNI AI 40 ANNI)

KG. -57 -63 -69 -74 -79 -84 -89 -94 +94

JUNIORES/SENIORES MASCHILI g/a/v (DAI 16 ANNI AI 40 ANNI)

KG. -60 -65 -70 -75 -80 +80

VETERANI FEMMINILI (DAI 36 ANNI AI 45 ANNI)

KG. -55 -65 +65

VETERANI MASCHILI (DAI 41 ANNI AI 50 ANNI)

KG. -63 -74 -84 -94 +94

 

Abbigliamento, protezioni e attrezzature.

Gli atleti di Semi/Light/ Kick- Light e Forme musicali  dovranno presentarsi alle gare federali muniti di divisa regolamentare, l’uniforme dovrà essere pulita, non scucita e non strappata, protezioni omologate e attrezzatura (armi) per le forme musicali in buone condizioni di sicurezza (le lame non devono essere taglienti o con punti particolari non protetti).

  • Caschetto protettivo

La protezione della testa, in tutte le discipline da combattimento della kickboxing, è  obbligatoria. Il  casco  protettivo  deve  essere  realizzato  in  gomma,plastica morbida o spugna compatta rivestita in pelle. Il casco deve proteggere, la parte superiore  della  fronte,la  parte  superiore  della  testa,le  zone  temporali , la  parte superiore della mascella, le orecchie e la parte posteriore della testa. Il casco non può ostacolare l’udito. Le parti di fissaggio della protezione (mento e nuca) non devono essere di metallo o in plastica ma in velcro regolabile (dispositivo di chiusura rapida fatto di due nastri di tessuto sintetico che si uniscono tra loro a pressione). Sia i maschi che le femmine dovranno portare obbligatoriamente il casco protettivo, per i cadetti 10/12 anni  M/F obbligatoria anche la visiera protettiva  in  materiale  plastico  o  gommoso  rinforzato  da  materiale  rigido.  Si precisa che i cadetti10/12 anni pur indossando il casco con visiera devono avere anche  il paradenti.

  • Guantoni

I guantoni per il Semi Contact dovranno essere amano aperta, ma con le dita assolutamente e completamente coperte, dipelle ,similpelle o plastica morbida e liscia, con imbottitura uniforme distribuita suldorso e al livello del polsocon un peso pari a 8 Oz. (226 grammi) devono portare ben visibile il marchio della ditta produttrice  e comunque omologati FIKBMS

I guantoni per il Light Contact e la Kick Light dovranno essere a mano chiusa  omologati FIKBMS devono portare ben visibile il marchio della ditta produttrice, con un peso pari a 10 Oz. (283 grammi) il peso deve essere chiaramente indicato sui  guantoni  di  pelle  ,similpelle  o  plastica  morbida e  liscia,  con  imbottitura uniforme distribuita sul dorso e al livello del polso, il fissaggio deve effettuarsi con una striscia autoadesiva a strappo che assicuri il guanto al polso (non sono ammessi fissaggi con lacci) I guantoni devono permettere alla mano di stringere completamente il pugno e avere il pollice a contatto con le altre dita.

  • Bendaggio mano

Gli atleti di Semi contact hanno la facoltà di provvedere al bendaggio alle mani, purché leggero. Esso potrà essere formato da una garza oppure da una benda elastica della lunghezza di m. 2,50 e larghezza cm.5. Le garze o le bende debbono fasciare leggermente la mano ed essere fissate con opportuni accorgimenti perché non  fuoriescano  dai  guantoni,  soprattutto  da  quelli  a  mano  aperta.  E’ assolutamente vietato indurire il bendaggio oppure applicarvi fermagli, spille o altri unguenti.

Gli  atleti  di Light  contact  e  Kick  Light  sono  obbligati  a  provvedere  al bendaggio alle mani, per avvolgere la mano ed evitare traumi. Esso potrà essere formato da una garza oppure da una benda elastica della lunghezza di m. 2,50 e larghezza cm. 5. Le garze o le bende debbono fasciare la mano ed essere fissate con  opportuni  accorgimenti  perché  non  fuoriescano  dai  guantoni.  E’ assolutamente vietato indurire il bendaggio oppure applicarvi fermagli, spille o altri unguenti.

  • Calzari o parapiedi

Devono avere le seguenti caratteristiche: avere la pianta scoperta; coprire la parte superiore,  laterale  e  posteriore  del  piede;  le  dita non  devono  fuoriuscire  dai calzari;  la  protezione  ai  piedi  deve  essere  liscia,  dello  stesso  materiale  dei guantoni.  Le  protezioni  dovranno  portare  ben  visibile  il  marchio  della  ditta produttrice, e in ogni caso si possono utilizzare in gara solo materiali omologati dalla FIKBMS .

  • Paradenti

Paradenti  deve  essere  realizzato  in  materiale  morbido  e  flessibile  in  gomma-plastica. La protezione può riguardare solamente la parte superiore dei denti o entrambe,  (Superiore  e  inferiore).  Il  paradenti  deve  consentire  la  respirazione libera e deve essere adattato al concorrente mediante  configurazione  dello  stesso..L’utilizzo  della  protezione  dei  denti  è obbligatoria per tutte le discipline di combattimento e  in tutte le categorie di peso. Attenzione.    E’  consentito  l'utilizzo  di  un paradenti  configuratosu apparecchio  Ortodontico  (correzione  denti)  dietro presentazione di una certificazione da parte del Medico Dentista che ha applicato l’apparecchio in cui si evinca che tale situazione non comporti pericoli o danni durante la pratica dell’attività agonistica. Chi è sprovvisto della sopracitata certificazione non può combattere.

  • Paraseno

Le classi femminili, Cadetti 13/15 anni e donne 16/35 e 36/40 anni in tutte le discipline da combattimento dovranno portare obbligatoriamente  il paraseno. La protezione del seno  dovrà essere realizzata in plastica dura  e può essere rivestita con materiale di cotone. Il paraseno può essere realizzato  in un unico pezzo e coprire tutto il torace o in due  pezzi da inserire nel reggiseno e coprire ogni seno singolarmente.  Si  indossa  sotto  la  maglietta  o  sotto  un  corpetto  in  cotone elasticizzato.

  • Protezione inguine

Gli  atleti  Cadetti,  junior  e  senior  Maschili    hanno l’obbligo  di  presentarsi  al combattimento indossando sotto i pantaloni una conchiglia di materiale resistente che  deve  coprire  completamente  gli  organi  genitali,  i  concorrenti  devono indossare la protezione sotto i pantaloni.  Per le classi femminili, Cadetti 13/15 anni e donne 16/40 anni la conchiglia non è obbligatoria ma viene consigliata.

  • Paratibia

Paratibia sono realizzati in gomma piuma rigida. Il paratibia deve coprire la tibia da sotto il ginocchio alla parte superiore del piede. Il paratibia può essere fissato alla   gamba   da   minimo   due   strisce   auto-adesive   elasticizzate.  Nessun altro tipo di materiale è consentito per il fissaggio della protezione allo stinco. Paratibie con metallo, legno o elementi in plastica non sono ammessi.

  • Gomitiere

Le gomitiere sono realizzate in materiale morbido di gommapiuma non abrasiva. Le gomitiere devono coprire in parte l'avambraccio e in parte la zona superiore del braccio. Le gomitiere sono opzionali in tutte le discipline da tatami  (Semi /Light Contact e Kick Light).

  • Divisa

Gli atleti di Semi/Light/Kick Light e Forme musicali  dovranno presentarsi alle gare federali muniti di divisa regolamentare, l’uniforme dovrà essere pulita, non scucita e non strappata.

  • Semi Contact: L’uniforme per gli atleti di semi contact  è composta da pantaloni lunghi sino al collo del piede e da una casacca  con collo a V (sono  vietate le T-Shirt durante gli incontri).  Alla vita, l’atleta dovrà portare una cintura attestante il suo livello tecnico (gialla, arancione, verde, blu, marrone o nera). La casacca dell’ uniforme può portare il nome del club o dello sponsor del club. (La cintura è facoltativa e non obbligatoria nelle gare Internazionali,le T-Shirt possono essere utilizzate solamente nei tornei Internazionali e no nei Campionati Nazionali o Internazionali).
  • Light  Contact: L’uniforme  per  gli  atleti  di  Light  contact    è  composta  da pantaloni lunghi sino al collo del piede e da unaT-Shirt non è consentita casacca  con collo a V. La T-Shirt  dell’ uniforme può portare il nome del club o dello sponsor del club. Alla vita, l’atleta dovrà portare una cintura attestante il suo livello  tecnico  (gialla,  arancione,  verde,  blu,  marrone  o  nera).  (A  livello Internazionale nessuna cintura viene indossata dagli atleti).
  • Kick Light: L’uniforme per gli atleti di  Kick -Light è composta da pantaloncini e da unaT-Shirt. La T-Shirt  dell’ uniforme può portare il nome del club o dello sponsor del club. Nessuna cintura viene indossata dagli atleti.
  • Forme Musicali: Per le esibizioni di Forme musicali il concorrente può indossare tutti i vestiti e le calzature originali della  tradizionale arte marziale su cui si basa la sua  performance  (Karate, Taekwondo/ Kung  fu / Aikido/ Wushu,  ecc.). Possono indossare qualsiasi tipo di uniforme di kick boxing o karate, ma devono essere pulite e decorose. Negli stili Hard,i  concorrenti devono essere a piedi nudi, mentre  negli  stili  Soft  devono  indossare  le  scarpe sportive.  Gli  atleti  maschi possono anche esibirsi a torso nudo nelle loro prestazioni. I concorrenti non sono  autorizzati a indossare  gioielli  o  piercing  di qualsiasi tipo.

 

Gare

Le  competizioni  ufficiali  Federali gestite direttamente  FIKBMS  sono:  Campionato Italiano/Coppa del Presidente/Coppa Italia per tutte le categorie (cadetti, juniores  e  seniores)  e  per  tutte  le  discipline  della kickboxing  sport  da  tatami  (Semi Contact, Light Contact, Kick Light e forme musicali) come segue:

  • Semi  Contact: cadetti  10/12  anni,  cadetti  13/15  anni,  juniores  16/18  anni, seniores  Maschili  19/40  anni,  seniores  Femminili  19/35  anni,  veterani:  +41 maschile  e  +36 femminile
  • Light Contact: cadetti 13/15 anni, juniores 16/18 anni, seniores Maschili 19/40 anni, seniores Femminili 19/35 anni,  veterani :+41 maschile  e  +36 femminile
  • Kick Light: cadetti 13/15 anni, , juniores 16/18 anni, seniores Maschili 19/40 anni, seniores Femminili 19/35 anni,  veterani: +41 maschile  e  +36 femminile
  • Forme Musicali: Bambini 7/9 anni (stili - con armi e senza armi) cadetti 10/12 anni, cadetti 13/15 anni, juniores 16/18 anni, seniores 19/45 anni

Kick Boxing e Muay Thai Perugia

Dove siamo

Va dell'Ingegneria, 45

06121 - Perugia

View on Google Map

Contatti

Orari di apertura

Lun - Ven: 9:00 - 21:30
Sabato: 9:00 - 13:30
Domenica: Chiuso

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok Rifiuta